• Frac Srl

I carciofi alla giudia, piatto tipico Laziale, sono una ricetta molto semplice da preparare ma allo stesso tempo capace di esaltare l’aroma e il sapore di questi ortaggi.


INGREDIENTI:

•4 Carciofi romani (mammole)

•1 Limone spremuto

•Olio extravergine di oliva, 1,5 lt

•Pepe, Sale


PROCEDIMENTO:

Per prima cosa pulite per bene i carciofi: eliminate le foglie esterne più dure fino ad arrivare a quelle più morbide interne. Eliminate la parte viola di ogni foglia. Alla fine di questa operazione, il carciofo ha assunto la forma tonda, simile a quella di una rosa. Eliminate ancora la parte esterna del gambo e le attaccature delle foglie.

Ora mettete i carciofi in una bacinella d’acqua con del limone per circa 10 minuti. Dopodiché asciugateli e batteteli l’uno contro l’altro per far aprire per bene tutte le foglie.

Nel frattempo fate scaldare una quantità d’olio in grado da ricoprire i carciofi una volta messi in padella.

Caldo l’olio (140/150°), immergete i carciofi per 10/15 minuti. Una volta fritti, metteteli capovolti a scolare su un vassoio e pian piano aprite le foglie dall’interno verso l’esterno a mo’ di fiore. Poi conditeli con sale e abbondante pepe, come vuole la tradizione, e lasciateli riposare ancora un attimo prima di mangiarli in modo che si insaporiscano per bene.

Ora spruzzateli con dell’acqua, o vino bianco e immergeteli nuovamente nell’olio alzando un po’ la temperatura; fate attenzione a non bruciarli. Dopo un minuto circa toglieteli e metteteli a scolare su della carta assorbente e poi serviteli.


CONSIGLIO:

Usate l’olio extravergine di oliva per la frittura: è molto più digeribile e leggero, potrete così mangiarne qualcuno in più, senza troppi pensieri!


Iscriviti alla qualita' che conviene!
Inserisci i tuoi dati e potrai ricevere le migliori offerte di frutta e verdura,
assieme ai nostri consigli per una tavola sempre fresca, di qualità e di stagione!
Tutti i campi sono obbligatori